Organizzare un funerale con il coronavirus? Ecco tutto ciò che occorre sapere - Onoranze Funebri La Simonetta Dal 1946

In caso di decesso: info@onoranzefunebrilasimonetta.it | 24/7 02 3453 2166

C

Organizzare un funerale con il coronavirus? Ecco tutto ciò che occorre sapere

25 Marzo 2020
Organizzare un funerale con il coronavirus? Ecco tutto ciò che occorre sapere

In questi tempi di emergenza sanitaria chi si trova a vivere la tragedia di un lutto deve anche considerare, oltre al comprensibile bagaglio di sofferenza, l’aggiunta del complicarsi delle dinamiche legate all’organizzazione del funerale.  In questo senso quindi è necessario informare come si svolgeranno le pratiche funebri proprio in questo particolare momento di emergenza coronavirus.

Le misure messe in atto sono particolari, purtroppo restrittive, e riguardano sia il personale delle imprese funebri, che potenzialmente potrebbe entrare in contatto con salme contagiate dal virus, sia i congiunti della persona estinta, che hanno accesso limitato di visita e l’impossibilità di processare certi riti. Ma sono evidentemente necessarie per la sicurezza di tutti i cittadini.

Sono in vigore misure restrittive che sospendono tutti i raggruppamenti di persone.

Nelle regioni cosiddette focolaio, quindi soggette alle misure restrittive di quarantena e di prevenzione del contagio più rigide, sono per il momento sospese tutte le manifestazioni per evitare assembramenti, qualsiasi sia la natura, dunque sono comprese anche tutte le cerimonie civili e religiose e per tanto non sono consentiti ritrovi di nessun tipo, che siano pubblici o privati.

Questo purtroppo crea un distacco forzato dal congiunto che in questo particolare momento risulta psicologicamente più difficile da affrontare, ed è quindi molto importante farsi accompagnare da imprese funebri serie e affidabili per quello che riguarda l’organizzazione del funerale col coronavirus.

La prevenzione del contagio con le sue restrizioni vale per tutti i defunti.

Dunque è importante sottolineare che le misure restrittive non riguardano solamente chi si trova ad essere defunto a causa del coronavirus, ma anche semplicemente chi si trova a dover dare l’estremo saluto a un caro estinto che semplicemente è spirato in questo particolare momento storico.

bare coronavirus
Alcune bare in un deposito a Serravalle Scrivia, Alessandria, 24 marzo 2020. @Foto Ansa

Perché anche se il personale coinvolto nelle agenzie funebri segue il più ligio dei comportamenti, e anche se le strutture vengono costantemente sterilizzate, il pericolo di contagio resta alto e dunque per fermare la diffusione tali norme vengono applicate a tutti.

Anche le pratiche religiose sono infatti sottoposte a forti restrizioni.

Nell’ambito religioso, la Chiesa ha infatti preso misure differenti a seconda della regione di riferimento, ma tendenzialmente è stata operata la chiusura degli oratori e sono state sospese le cerimonie religiose.

Dopo i primi provvedimenti che erano più morbidi e prevedevano solo un aumento delle distanze interpersonali nel momento della Comunione e lo svuotamento delle acquesantiere, anche in questo ambito è stato necessario adottare ulteriori manovre.

Dunque non è possibile in nessuna sua forma la messa esequiale come neppure veglie funebri in casa.

trasporto cofano per il funerale con coronavirus
trasporto di un cofano per la sepoltura.

Secondo le ultime normative, da considerasi estese non solo per quelle località interne alla zona rossa, ma invece a tutta Italia, è possibile per massimo due persone entrare nella stessa stanza del defunto, mentre nel caso degli obitori è concesso l’ingresso di due persone alla volta, e solo se appartenenti alla cerchia più stretta di parenti. Resta che sono vietate ogni forma di contatto fisico, è obbligatorio il rispetto delle distanze di sicurezza, è necessario evitare ogni contatto specialmente con naso, bocca e occhi, e bisogna indossare mascherine protettive.

Le misure anti contagio sono ancora più importanti.

Tali misure protettive hanno chiaramente la finalità di evitare la diffusione del virus e sono quindi da considerarsi obbligatorie anche e sopratutto per il personale delle agenzie funebri, che indispensabilmente deve proteggersi con il massimo dell’attenzione, dato che possono rischiare più di altri di entrare in contatto con il virus a causa del loro operare con i defunti.

funerale col coronavirus

È chiaro che dopo ogni sepoltura, ogni macchinario o indumento che è stato utilizzato viene sottoposto a sanificazione completa, per il rispetto delle migliori norme: questa pratica già era frequentemente fatta da queste realtà, e il crescente bisogno di igenizzazione ha accelerato la frequenza. Ciò non toglie che le misure restrittive siano da considerarsi obbligatorie, come il numero di massimo due familiari che possono assistere alla salma.

Le imprese funebri come La Simonetta restano vicine ai propri clienti.

Per quanto reso possibile dalle normative, le migliori agenzie funebri cercano soluzioni per non aumentare la distanza di umana empatia che solitamente cercano di accorciare con i propri clienti.

Imprese funebri come La Simonetta hanno fatto del rapporto umano con i propri clienti un aspetto importante del servizio che offrono, e mantengono la stessa vicinanza anche in questi giorni più difficili in cui è necessario organizzare il funerale con il coronavirus. Nonostante siano obbligatorie vere e proprie schermature fisiche quali mascherine e tute protettive che limitano i contatti e l’empatia umana, è nell’attenzione verso i propri clienti, nella cura dei dettagli e nell’accompagnarli che La Simonetta fa sentire di più la propria confortante presenza.

È infatti possibile far sentire la partecipazione, grazie ai servizi offerti.

Restano quindi sempre attivi tutti quei servizi che permettono di curare gli aspetti estetici del funerale, quindi quelli che riguardano la scelta dell’urna in caso di cremazione o della più classica bara per la sepoltura, gesti che comunque possono consentire di sentirsi vicini al congiunto.

funerali al tempo del coronavirus

La Simonetta è chiaramente consapevole dell’importanza dell’aspetto psicologico che in questo momento è particolarmente fragile per i suoi clienti, e sa che certi gesti possono aiutare a percepire di avere partecipato ad un estremo saluto curato e comunque partecipato.

Tutte le pratiche funerarie sono infatti  da considerarsi tuttora attive.

È importante sottolineare che tutte le pratiche funerarie quali la cremazione, la tumulazione (la scelta del loculo per la salma) e la inumazione (il seppellimento in terra) restano percorribili anche per quei defunti a causa del coronavirus, al pari di altre patologie. 

E per tanto, anche se i tempi odierni sono quindi più complicati e disarmanti, La Simonetta resta ferma nell’offrire i suoi servizi esattamente con la stessa attenzione e con la stessa presenza che dedicava precedentemente, ritenendolo oggigiorno ancora più importante.

Informarsi è facile e disponibile 24 ore su 24.

Informarsi per richiedere informazioni è facile e veloce tramite il nostro sito, per ricevere un trattamento con un processo convenzionato con il comune, anche e sopratutto con le complicazioni in corso, che segua tutto l’iter dal trasporto del feretro sino al compimento della cerimonia funebre.

funerale a Milano col Coronavirus
l’esercito trasporta le bare dal comune di Bergamo.

Le informazioni sono disponibili 24 ore su 24, con tempistiche reattive e veloci e una politica di profondo rispetto di discrezione e serietà, informata e completamente messa in sicurezza rispetto alle regole anti contagio. Così da avere un’organizzazione comunque meno difficile, in attesa di poter celebrare più calorosamente e in forma partecipativa una volta scongiurata la pandemia in corso.

Affidarsi a un’impresa storica, affidabile e seria è la migliore scelta.

Da oltre 70 anni l’impresa funebre La Simonetta offre i suoi servizi con professionalità e a maggior ragione in questo momento ha aggiornato le proprie procedure ad un elevato standard di sicurezza, continuando a seguire il disbrigo delle pratiche, le dichiarazioni di cremazione, i permessi di trasporto della salma, gli accordi con il cimitero, gli annunci funerari e la vestizione della salma. Sempre facendo affidamento al suo personale qualificato con provata esperienza, oggi più che mai indispensabile perché rispettoso delle norme che rappresentano la protezione della collettività, impedendo l’allargarsi del contagio.

image of onoralasimonetta

Onoranze Funebri La Simonetta

Siamo un'agenzia di onoranze funebri che opera a Milano ed hinterland dal 1946. Da oltre 70 anni offriamo servizi funerari ai nostri clienti, nel rispetto delle loro volontà e coscienti delle loro emozioni.

Compila il form per avere maggiori informazioni

Ti ricontatteremo immediatamente per offrirti la migliore soluzione possibile.
Siamo attivi 24 ore su 24 e 7 giorni su 7.

Articoli correlati

Onoranze funebri sotto la Madonnina: tutto sul funerale a Milano

Onoranze funebri sotto la Madonnina...

17 Settembre 2020

Se intendi organizzare un funerale sotto la Madonnina, devi sapere che la pandemia di Covid-19 ha co...
Continua
Quanto costa una tomba e/o cappella di famiglia?

Quanto costa una tomba e/o cappella...

31 Agosto 2020

Affrontare la scomparsa di un familiare non è mai facile e ciascuno di noi vive questo momento in m...
Continua
Disponibilità 24/7