Differenza tra bara e cassa da morto: impara a distinguerle - Onoranze Funebri La Simonetta Dal 1946

In caso di decesso raggiungiamo in loco: info@onoranzefunebrilasimonetta.it | 24/7 348 1749382 Cordoglio Digitale

C

Differenza tra bara e cassa da morto: impara a distinguerle

17 Aprile 2021
Differenza tra bara e cassa da morto: impara a distinguerle

Nel parlato colloquiale è molto facile confondere la bara e la cassa da morto, parlando indistintamente dell’una e dell’altra come fossero sinonimi. In realtà, esiste una notevole differenza tra la bara e la cassa da morto.

Benché entrambe assolvano alla medesima funzione, ossia quella di contenere la salma di una persona defunta, si tratta di due prodotti molto diversi tra di loro.

È normale confonderle quando non si è del mestiere, ecco perché qui vogliamo spiegarti nel dettaglio qual è la differenza tra bara e cassa da morto, nonché il loro uso specifico.

Onoranze Funebri La Simonetta dal 1946 realizza bare e casse da morto di diverse manifatture e con materiali pregiati. Nella nostra pagina dedicata alle bare è possibile visualizzarne alcuni esempi per scegliere quella più adatta alle proprie esigenze e al proprio gusto.

Prima di parlare dei dettagli pratici che le contraddistinguono, vediamo insieme come si chiama la cassa da morto in gergo tecnico e quante tipologie ne esistono.

Cos’è una bara

La bara, colloquialmente chiamata anche cassa da morto, è un contenitore in legno dalla forma che ricorda un rettangolo creata al fine di contenere la salma di una persona defunta, trasportarla, tumularla, inumarla o cremarla.

Sicuramente avrai sentito parlare della bara anche sotto il nome di feretro. È infatti il termine che si utilizza nel momento in cui la salma del defunto è adagiata all’interno della cassa chiusa. In quel momento possiamo parlare di feretro.

L’utilizzo della bara per accogliere il defunto dopo la morte è un’usanza radicata nella nostra cultura. Il corpo viene deposto all’interno della bara già al momento dell’estremo saluto, il quale può verificarsi all’interno della camera ardente o della più moderna casa funeraria.

In questa fase del rito la bara è aperta, il corpo è posizionato al suo interno, vestito e truccato, per mostrarlo nella sua forma migliore ai visitatori che vogliono porgere l’ultimo omaggio.

Terminato il periodo di permanenza nella camera ardente, la bara viene chiusa. A quel punto il feretro può essere trasportato, in caso di funerale religioso, in chiesa. Al termine della cerimonia, il carro funebre lo porta al cimitero o al crematorio, in base alle disposizioni del defunto e della famiglia.

Cos’è una cassa da morto

La cassa da morto è diventata una costante e un simbolo all’interno dei nostri funerali. Sia la cassa che la bara da morto vengono realizzate in legno, un materiale in grado di conservare il corpo ma anche di decomporsi insieme ad esso nell’arco di una trentina d’anni.

Il legno per la realizzazione della casa viene scelto tra una varia selezione di piante. Il legno di pino o quello d’abete sono i più diffusi e hanno un costo inferiore, mentre nei funerali più eleganti possono essere scelte casse di rovere, noce o ciliegio. Diffusi sono anche il larice, il tiglio, il frassino, il faggio e il castagno.

In base alla tipologia di legno scelta cambia il colore della cassa, la sua elasticità e anche il suo peso. Molti si chiedono quanto pesa una cassa da morto e la risposta comprende sia il peso del corpo sia il materiale scelto per la manifattura.

Le casse costruite per la sepoltura delle ceneri, inoltre, devono presentare un rivestimento in zinco con un’apposita valvola di sfogo. Al contrario, lo zinco deve essere assente nelle casse create per la cremazione.

Esistono diverse tipologie di casse da morto che non solo differiscono in base al legno usato, ma anche per la forma trapezoidale o personalizzata, la lavorazione, le decorazioni e l’imbottitura. Quest’ultima può essere in raso o in seta, mentre le decorazioni comprendono intagli nel legno sui lati o sul coperchio, maniglie e il crocefisso nel caso in cui il defunto sia cristiano.

Qual è la differenza tra una bara e una cassa da morto

Bara per la sepoltura di Onoranze Funebri La Simonetta dal 1946

Se tu osservassi una bara e una cassa da morto accostate, noteresti immediatamente la differenza. Nonostante svolgano la medesima funzione, la cassa è più semplice e ha una forma rettangolare.

Diversamente, la bara è più lavorata. Nella parte alta ha una forma ottagonale, per stringersi gradualmente verso il basso, in corrispondenza delle gambe della salma.

Ma la differenza tra bara e cassa da morto non finisce qui. La cassa è pensata per la cremazione delle ceneri, essendo meno ricercata e più economica.

Al contrario, la bara è molto più lavorata, può essere creata con una forma particolare, nonché avere gli angoli smussati o tondeggiati. Inoltre può essere intarsiata e decorata. Il legno scelto è generalmente più robusto e ricercato, perché è destinato alla sepoltura e non a una più immediata cremazione.

Quanto costa una bara o una cassa da morto? Dipende dalle esigenze della famiglia. È possibile passare da casse semplici in legno grezzo fino a bare lavorate e dotate di copri cassa intarsiata artigianalmente.

Se ti stai chiedendo quanto costa una bara per la cremazione, possiamo dirti che indicativamente partono da una base di € 600, anche se sono moltissimi i dettagli che influiscono sul prezzo finale, come hai visto. Si può arrivare fino a diverse migliaia di euro per una bara di lusso.

Su Onoranze Funebri La Simonetta dal 1946 però, il costo della cassa per la cremazione parte da soli € 189.

Perché scegliere una e perché scegliere l’altra

bara da morto Onoranze Funebri La Simonetta dal 1946

Le semplici casse in legno grezzo sono più indicate per la cremazione perché sono più leggere e più economiche. Dato che la cassa verrà bruciata insieme al corpo del defunto, è preferibile che sia di un materiale non troppo resistente e non è necessaria la zincatura.

Diversamente, la bara è destinata alla sepoltura, potendo essere personalizzata in base al proprio gusto e alla disponibilità economica.

Per garantire una chiusura ermetica e l’isolamento della salma dal mondo esterno, la bara viene internamente zincata. Questa caratteristica permette una corretta decomposizione, prevenendo l’emanazione di cattivi odori e la mummificazione del corpo. Insieme alla zincatura viene applicata una valvola di sfogo in grado di filtrare i gas prodotti dal corpo in decomposizione per evitare che la bara scoppi, facendo fuoriuscire la materia organica. La zincatura è richiesta per legge dalla normativa italiana in caso di sepoltura in loculo.

A questo proposito, anche il costo di un funerale a Milano varia molto in base alle singole decisioni prese dalla famiglia. In definitiva, noi consigliamo sempre di scegliere la cassa in caso di cremazione e la bara per la sepoltura.

Conclusione

Ora conosci la differenza tra bara e cassa da morto. Ti consigliamo di scegliere il modello in base alle tue esigenze specifiche, senza comunque dimenticare le ultime disposizioni del defunto.

Presso Onoranze Funebri La Simonetta dal 1946 puoi trovare una vasta scelta di bare e casse da morto, tutte personalizzabili con creatività e professionalità. In base al tuo budget e al tuo gusto personale, puoi optare per una cassa da morto più semplice o più ricercata, ma sempre elegante e pratica.

Per completare il prodotto, puoi abbellirlo con decorazioni o imbottiture, tutte realizzate artigianalmente. Noi ti offriamo solamente prodotti di elevata qualità che permettano di accompagnare il caro estinto durante il suo percorso.

Contattaci subito per ottenere maggiori informazioni sui prodotti disponibili e sulle personalizzazioni realizzabili su richiesta.

image of onoralasimonetta

Onoranze Funebri La Simonetta

Siamo un'agenzia di onoranze funebri che opera a Milano ed hinterland dal 1946. Da oltre 70 anni offriamo servizi funerari ai nostri clienti, nel rispetto delle loro volontà e coscienti delle loro emozioni.

Compila il form per avere maggiori informazioni

Ti ricontatteremo immediatamente per offrirti la migliore soluzione possibile.
Siamo attivi 24 ore su 24 e 7 giorni su 7.

Articoli correlati

Il funerale del principe Filippo, il più prestigioso dell’anno

Il funerale del principe Filippo, i...

17 Ottobre 2021

Esistono molte tipologie di funerale, che vanno dai servizi funebri low cost fino ai funerali di lus...
Continua
Quanto costa una corona di fiori per un funerale

Quanto costa una corona di fiori pe...

13 Ottobre 2021

Una corona funebre è un elemento che non manca mai in un funerale. I fiori sono una delle decorazio...
Continua
Disponibilità 24/7