In caso di decesso raggiungiamo in loco: info@onoranzefunebrilasimonetta.it | 24/7 3737194795 (h24) Cordoglio Digitale

C

Divisione dei loculi in una tomba di famiglia: ecco come funziona

17 Maggio 2024
Divisione dei loculi in una tomba di famiglia: ecco come funziona

Oggi parliamo di gestione dei loculi nelle tombe di famiglia! Si tratta di una domanda che spesso ci fanno alcune persone. Parliamone un po’ nelle prossime righe. L’argomento è di quelli importanti nel settore funebre.

Quando si tratta di divisione dei loculi, la questione non è mica da prendere alla leggera. Sai, la tomba di famiglia è un luogo sacro, un posto dove riposano i tuoi cari. E tenerla in ordine, con una corretta divisione dei loculi, è fondamentale.

In pratica, ogni famiglia ha le sue storie e i suoi ricordi. E, ohimè, anche i suoi problemi! Quando si tratta di sepolture, bisogna fare le cose per bene. I loculi vanno divisi e gestiti con rispetto. Ogni dettaglio è importante:

  • chi ha diritto a un posto,
  • come mantenerlo in decoro,
  • chi si occupa di cosa o come.

Non si tratta solo di leggi e regolamenti. Ci sono norme da seguire, sì, ma c’è anche un forte senso di responsabilità verso i propri cari. Bisogna saper gestire tutto con cura e attenzione. E quando ci sono più eredi, le cose si complicano.

Quindi, vediamo insieme come funziona questa divisione dei loculi. Perché, alla fine, è una questione di rispetto e amore per i nostri cari defunti.

Normative e regolamenti

Ecco, parliamo di leggi. Ahimè, senza conoscere le normative non si va da nessuna parte!

Prima di tutto, la concessione dei loculi. Non si compra un loculo, ma si ottiene una concessione dal Comune. Questa concessione ti dà il diritto di usare quel loculo per un certo periodo, di solito trent’anni. Dopo, devi decidere se rinnovarla o no. Eh, ogni Comune ha le sue regole, quindi occhio alle scadenze e alla documentazione.

Poi ci sono i diritti di sepoltura. Chi ha diritto a essere sepolto in una tomba di famiglia? Beh, di solito, sono gli eredi diretti. Ma attenzione, i regolamenti comunali e il contratto di concessione possono limitare questi diritti. Ad esempio, il testamento del fondatore della tomba può escludere alcuni parenti. Quindi, prima di tutto, controlla le carte​.

Parliamo ora dei doveri degli eredi. Eh già, non basta avere il diritto di sepoltura, ci sono anche delle responsabilità. Gli eredi devono mantenere la tomba in buone condizioni. Devono occuparsi di pulizia, manutenzione ordinaria e, se necessario, riparazioni. Se uno degli eredi non vuole occuparsi della manutenzione, deve rinunciare ufficialmente ai suoi diritti. Ma attenzione, la rinuncia deve essere fatta con un atto pubblico.

E se ci sono più eredi? Tutti devono essere d’accordo su qualsiasi modifica o spesa straordinaria. Ogni decisione va presa con consenso unanime. E, se ci sono disaccordi, spesso si finisce in tribunale. Quindi, meglio discutere tutto chiaramente fin dall’inizio.

Ogni dettaglio conta. Le leggi sono fatte per essere seguite, ma anche per proteggere i diritti di tutti. Quindi, informati bene e non trascurare nulla. E se hai dubbi, chiedi a un esperto. Noi di Onoranze Funebri La Simonetta siamo qui per aiutarti, dal 1946.

Processi di divisione

divisione loculi tomba famiglia

La divisione dei loculi è un vero rompicapo.

Ma come avviene questa divisione? Beh, ci sono dei passaggi precisi da seguire. Prima di tutto, è fondamentale avere tutti i documenti in ordine. Devi presentare una richiesta formale al Comune. In genere, ti serviranno i certificati di morte, l’atto di concessione della tomba e i documenti che provano chi sono gli eredi. Ogni Comune ha le sue regole.

Una volta raccolta la documentazione, si passa alla suddivisione vera e propria dei loculi tra gli eredi. E qui, inizia il bello. Ogni erede deve esprimere il suo consenso sulla divisione. Se c’è disaccordo, si può finire in tribunale. Ma se tutti sono d’accordo, si può procedere con un accordo privato.

Gli accordi privati sono possibili, ma richiedono il consenso di tutti gli eredi. Non basta una stretta di mano, serve mettere tutto nero su bianco. È consigliabile far redigere un documento legale da un notaio. Questo documento deve specificare chiaramente chi ha diritto a cosa. Se gli eredi sono tutti d’accordo, si può procedere senza intoppi.

Tuttavia, attenzione! Ogni modifica deve essere approvata da tutti. Se uno degli eredi non è d’accordo, si blocca tutto. Per evitare problemi, è meglio discutere tutto con calma e cercare di trovare un compromesso.

Per altri informazioni sui loculi ti invitiamo a leggere:

La differenza tra loculo e tumulo;
Il costo di un loculo al cimitero;
Marmo o granito per loculi;
Lapidi per loculi;
Il rinnovo di cellette e colombari a Milano;
Come funziona la sepoltura nei cimiteri di Milano.

image of onoralasimonetta

Onoranze Funebri La Simonetta

Siamo un'agenzia di onoranze funebri che opera a Milano ed hinterland dal 1946. Da oltre 70 anni offriamo servizi funerari ai nostri clienti, nel rispetto delle loro volontà e coscienti delle loro emozioni.

Compila il form per avere maggiori informazioni

Ti ricontatteremo immediatamente per offrirti la migliore soluzione possibile.
Siamo attivi 24 ore su 24 e 7 giorni su 7.

Articoli correlati

Urna in casa e lapide in cimitero dopo la cremazione… si può fare?

Urna in casa e lapide in cimitero d...

17 Giugno 2024

Rispondiamo con questo articolo a una domanda posta da un cliente che riportiamo qui sotto: se scelg...
Continua
Trasferimento di un feretro senza aprire la cassa da morto: ecco cosa sapere

Trasferimento di un feretro senza a...

13 Giugno 2024

Si sa, il tempo passa, e talvolta le circostanze richiedono il trasferimento della salma di un caro ...
Continua
Disponibilità h24 Navetta gratuita verso casa funeraria